Dir. Sanitario Dott. Gianni Rossi

Website (C) 2014 by BF

Share on Facebook Share on Twitter

Condividi su

MLCC Life-Check HOME

Sei qui :

HOME                             Total Body Scan
Radiologia Tradizionale Cardiologia Colonscopia Virtuale Dental Scan
Progetto Donna Ecografia Mammaria Mammografia Digitale Mineralometria Ossea - MOC RMN della mammella Visita Ginecologica con Pap Test

PAP TEST e VISITA GINECOLOGICA

Il Pap Test (anche denominato striscio) è un esame che consente di visualizzare cambiamenti nelle cellule della cervice. La cervice o collo dell'utero, è la parte più inferiore dell'utero che si apre nella vagina.

Il Pap Test può informare sia della presenza di un'infezione, sia sulla presenza di cellule anomale (displastiche) o di tumore.


COME SI EFFETTUA


E' un esame rapido e semplice che necessita soltanto di alcuni minuti. Il ginecologo preleverà alcune cellule all'interno ed intorno alla cervice. Le cellule vengono poi strisciate su di una piccola lastra di vetro, che poi sarà esaminata da un laboratorio.


PERCHÈ È IMPORTANTE FARE IL PAP TEST


Il Pap Test in grado di salvare la vita di una donna. Il Pap Test è in grado di diagnosticare sia lesioni pre-neoplastiche che cancro alla cervice, nelle sue fasi iniziali. Si tratta di un cancro molto diffuso nella popolazione femminile; il Pap Test lo diagnostica prima che si propaghi verso altre parti del corpo (diventando invasivo). Se iniziato in tempo, il trattamento per cancro alla cervice può essere più facile e le probabilità di guarigione sono maggiori.


QUALI DONNE HANNO BISOGNO DEL PAP TEST


Per tutte le donne e importante fare il Pap Test, assieme alla visita ginecologica e alla visita senologica. E' importante fare un Pap Test se hai più di 18 anni, oppure se hai meno di 18 però hai una vita sessualmente attiva. Non c'è limite di età per il Pap Test. Anche le donne in menopausa possono fare il Pap Test.

E' preferibile effettuare l'esame almeno ogni uno o due anni, per tutte le donne in età feconda. Per le donne in menopausa o per altre situazioni, occorre sempre chiedere al proprio medico di fiducia.


PREPARAZIONE PER FARE IL PAP TEST


Due giorni prima dell'esame, evitare di fare lavande vaginali, mettere creme vaginali, ovuli o farmaci per via vaginale. È inoltre meglio non usare deodoranti intimi per due giorni prima dell'esame ed evitare rapporti sessuali nelle 24 ore prima.

Tutto ciò può causare risultati del Pap test alterati, che possono mascherare le cellule anormali.

Non si effettua il Pap Test durante il periodo mestruale; il momento migliore invece è tra il 10 e 20 giorno del ciclo.


COSA SUCCEDE DOPO CHE È STATO EFFETTUATO IL PAP TEST


Se c'è un'infezione, lo specialista prescrive la terapia adatta oppure prescrive un tampone vaginale perla ricerca di germi comuni e un tampone cervicale perla ricerca di chlamydia e mycoplasmi / ureaplasmi.


In caso di Metaplasia non occorrono altri esami, si valuterà soltanto l'opportunità o meno di un trattamento, in caso di ASCUS si dovrà effettuare una colposcopia e la ricerca ed eventuale tipizzazione del virus HPV, e gli esami batteriologici vaginali e cervicali.

Se invece risultano cellule anomale, displastiche (Displasia di Basso grado LSIL oppure Displasia di alto grado HSIL) possono essere necessari altri esami come per esempio la colposcopia associata ad una biopsia e la ricerca ed eventuale tipizzazione del virus HPV.


La Metaplasia si può trattare chirurgicamente con diatermocausticazione (DTC). La LSIL si tratta chirurgicamente con una diatermocausticazione (DTC), mentre per la HSIL occorre una conizzazione (Microconizzazione con ansa/Leep).

PAP TEST






Il progetto prevede lo screening mediante periodiche indagini cliniche-strumentali: